Si interrompe la striscia dei 3-0 ma non quella della vittoria. L’Alp Airri Volley Aversa sbanca anche il palazzetto di Saviano riuscendo a conquistare i tre punti vincendo, dopo un brivido iniziale, per 3-1. Un risultato che permette di restare saldamente in vetta alla classifica del girone A di Serie C femminile. La prima inseguitrice, il Cus Napoli, è in questo momento a 7 punti anche se ha una partita in meno. In ogni caso per le normanne del presidente Gianni Apicella un vantaggio rassicurante quando mancano appena 4 gare alla fine del campionato. In terra nolana si è rivista in campo a lottare su ogni pallone anche Ilaria Mancini che, con grinta e forza, ha superato brillantemente i postumi dell’operazione ed è già in forma per dare il proprio contributo per questo finale di stagione e per i decisivi play off che sanciranno le squadre che saranno promosse in Serie B2.

A Saviano le ragazze guidate da coach Nico Borghesio entrano in campo timorose e soffrono, nelle prime battute del set, in ricezione così come in difesa. E questo si tramuta in un vantaggio delle padrone di casa (8-5) quando la palleggiatrice napoletana trova l’ace. Al primo time-out tecnico l’Alp ha ancora tre lunghezze da recuperare (12-9). Con abnegazione e spirito di gruppo le aversane si rifanno sotto e trovano il pareggio (13-13) grazie al servizio vincente di capitan Carmen Gargiulo e al primo tempo della centrale Ilaria Rossi. Ma la formazione del presidente Apicella non riesce a passare in vantaggio e anzi subisce un break di 8 punti a 1 che porta Saviano 21-14. Coach Borghesio chiama time-out e i risultati arrivano immediatamente. Sale in cattedra Federica Nina prima con un muro e poi con una fast e si arriva 22-19. Sul 23-20 è decisivo l’errore in battuta sempre della centrale Nina che regala il 24-20. Aversa si fa sotto fino al 24-23 ma poi un muro e out di Saviano firma il 25-23.

Ferita nell’orgoglio l’Alp Airri Volley Aversa permette alle avversarie di mettere a segno solamente sette punti nel secondo parziale. L’1-1 arriva con totale disinvoltura per le normanne. Al time-out tecnico sono già 8 i punti di vantaggio da amministrare (4-12) mentre il pallonetto da applausi di Gargiulo vale il +13 (4-17). Si iscrive a referto anche la palleggiatrice Martina Migliardo con un servizio vincente (5-21) e chiude in diagonale il capitano (7-25).

Prende subito il largo anche nel terzo set la squadra ospite. Bastano pochi scambi per capire che l’Alp non ha più voglia di scherzare e Gargiulo, sempre in pallonetto, sigla il 5-12 col quale si ritorna in panchina per il ‘tempo’. Ace di Melina Salzillo per il 5-15 e a seguire la compagna di squadra Gargiulo regala ancora il +10 con il punto del 9-19. Quando si dovrebbe chiudere il set le normanne calano d’intensità e permettono alle avversarie di continuare a crederci (17-22). Ma Nina al centro e la fast di Rossi dicono che la capolista è viva e non vuole più lasciare spazio alle napoletane. Finisce 18-25.

Primo iniziale equilibrio nel quarto parziale ma quando Mancini piazza l’ace sono già 4 i punti di vantaggio. Che diventano 5 quando l’opposto normanno passa nel muro di Saviano per il 10-15. La contesa scorre veloce e i presenti sugli spalti attendono solamente la fine dell’incontro. Attacco a rete della schiacciatrice napoletana e Alp che si porta 16-23. Primo tempo di Rossi e 17-24. Ci sono ben 7 match ball. Ne basta solamente una perché Saviano addirittura prova una pipe che si perde mestamente sulla rete. E’ 17-25. E 1-3 nel conto dei set. La capolista non si ferma.

Club Saviano - Alp Airri Aversa

Comments

0