Un 3-0 inaspettato per l’Alp Airri Aversa, che esce sconfitta dallo scontro salvezza contro l’Ottavima. Inaspettato soprattutto per il gioco espresso dalla ragazze allenate da coach Narducci, apparse lontane dalla prestazione vincente di una settimana prima con l’Elisa Volley Pomigliano. Il filo che unisce i tre set è la buona partenza in ogni parziale giocato. Nel primo, nel secondo e nel terzo periodo sono le aversane, inizialmente, a prendete la guida della partita. Poi il black-out. Così l’Ottavima recupera e vince i primi due set con lo stesso punteggio di 25-19. Nel terzo l’Alp Airri Aversa si trova sopra di cinque, grazie ad un convincente 12-17. Ma anche in questo caso il roster normanno sparisce dal campo, perdendo set e incontro per 25-23. «Il mio commento non può che essere negativo», afferma senza mezzi termini coach Narducci. «Abbiamo giocato una partita sotto tono, senza aggressività. Dalla sconfitta salvo solo Petrella, il libero. Tutte le altre, comprese le ragazze che ho fatto entrare dalla panchina, hanno offerto una prestazione al di sotto delle loro potenzialità. La squadra è partita bene nei tre set, poi una volta raggiunta si è disunita e non ha saputo reagire. Per certi versi è stata una prestazione preoccupante. Da lunedì bisogna pensare al prossimo match casalingo contro il Volley Cava. Le ragazze fra le mura amiche riescono ad esprimersi meglio. Fuori casa abbiamo offerto pessime prestazioni, vincendo solo un set».

Comments

0