Ora viene il bello. L’Alp Airri Volley Aversa chiude con l’ennesimo successo il proprio campionato e ora ha solamente un altro obiettivo da centrare: la Serie B2. A Scafati, contro il Punto Freddo Xenia, le ragazze del presidente Gianni Apicella riescono a conquistare i tre punti vincendo (non senza qualche patema d’animo) 3-0 anche se le emozioni più belle non sono arrivate sul parquet durante il match ma solamente al termine dell’incontro come solamente questo meraviglioso sport sa fare. Una mega torta con i loghi delle due società ha fatto infatti bella mostra di sé nella palestra della frazione San Pietro: insieme i due presidenti hanno festeggiato per aver centrato rispettivamente la vittoria del campionato di Serie C femminile e la salvezza. Una festa per tutte le persone presenti e le atlete che hanno onorato nel migliore dei modi il mondo della pallavolo.

Scafati-AlpTornando al campo, l’allenatore dell’Alp Airri manda in campo la formazione migliore e i risultati si vedono subito visto che nei primi dieci punti del match ben 8 sono di marca aversana. Subito sugli scudi Mancini con una perfetta parallela, Rossi con l’ace dell’1-5 e Nina con una straordinaria fast. Al time-out tecnico ci sono già 6 lunghezze da amministrare. L’attacco in diagonale di Imperato regala il 10-18. Applausi per Nina che mostra tutto il suo repertorio con un primo tempo, una fast e un muro (3 punti consecutivi) che lanciano l’Alp sul 12-21. Si iscrive a referto anche Amitrano che sigla il 16-23 e il set si chiude dopo poco 17-25.

Maggiore equilibrio nelle prime battute del secondo parziale e le padrone di casa riescono a ricevere bene e ad alzare in modo incisivo il muro. Questo si trasforma in un vantaggio di Scafati di tre punti (11-8) quando Rossi decide di dare una scossa al set bloccando due attacchi salernitani che portano la squadra normanna -1 (11-10). Ma il pareggio non arriva e il Punto Freddo cerca l’allungo sul 17-13. Coach Borghesio chiama all’ordine le proprie ragazze anche perché c’è da eguagliare un record (5 set persi in un solo campionato come il Centro Ester nel 2008/09). Non si può perdere il set. E quindi Amitrano e Mancini (due pallonetti) si caricano la squadra sulle spalle e si arriva 19 pari. Si va punto a punto fino al 23-23. Imperato in parallela e doppia della palleggiatrice di casa e set che si chiude. Alp avanti 2-0.

Ed in questo momento che si inizia a sentire nell’aria la festa e quindi la partita scorre via veloce. Immediatamente l’Alp Airri Aversa cerca di piazzare un break decisivo per chiudere la pratica Scafati e ci riesce anche con il servizio vincente di Rossi per il 4-10. Il mani e fuori di Imperato regala il +7 (10-17). Non c’è più partita. A chiudere la gara è Amitrano con un preciso diagonale che regala tre punti e il sorriso sul 15-25.

Per le salernitane gli allenamenti riprenderanno la prossima stagione mentre per le normanne di coach Nico Borghesio il momento decisivo deve ancora arrivare. Domani si torna in palestra per preparare al meglio la prima finalissima contro la capolista del girone B, quel Castellammare di Stabia già affrontato durante la Final Four di Coppa Italia. Si giocherà alla ‘De Curtis’ domenica prossima alle 19.30. Servirà il sostegno di tutti i tifosi di Aversa. Perché in palio c’è una fetta di storia.

Scafati-Alp1

Comments

0