Ora manca solamente la matematica. L’Alp Airri Aversa vince 3-1 in trasferta contro l’Arzano Volley e consolida il vantaggio di 4 punti sulla seconda, il Cus Napoli, quando mancano appena due giornate alla fine del girone di ritorno. E la vittoria del campionato quindi è veramente ad un passo. Prestazione maiuscola delle ragazze del presidente Gianni Apicella contro un gruppo giovanissimo che ha lottato su ogni pallone per tutti i 4 set del match. Sfida bellissima quella giocata ad Arzano con i due sestetti che si sono affrontati a viso aperto in quasi due ore di spettacolo e grande pallavolo: decisive le due centrali Nina e Rossi e il libero Musella che non hanno praticamente sbagliato nulla regalando tre punti fondamentali anche in chiave play off. Coach Nico Borghesio dimostra ancora una volta di saper leggere a perfezione ogni avversario riuscendo a fermare le bocche di fuoco napoletane nei momenti più importanti dell’incontro.

1La gara si è aperta subito con tre punti consecutivi di Nina (una ‘7’, una fast e un primo tempo) per il 2-5 col quale è iniziato il match. Il muro dell’opposto Mancini, al rientro in campo dall’inizio dopo un infortunio, vale il 5-9. Ma Arzano ha cuore e l’ace dell’ex di turno, la palleggiatrice Seggiotti, riporta le padrone di casa sul -1 (10-11). Il pareggio arriva a 12 e l’Alp addirittura va sotto quando le napoletane approfittano di un errore in attacco di Salzillo. Ma dal 13-12 al 15-19 è un attimo e le normanne hanno ben 4 punti di vantaggio da amministrare. Ace di Gargiulo e sfida sul 17-22. E qui c’è il black out. Break (5-0) di Arzano e nuovo pareggio. Si va punto a punto fino ai vantaggi. Decide ancora Nina con una fast e Seggiotti con un’invasione a rete. Finisce 26-28 e 1-0 per l’Alp Airri Aversa.

Nel secondo parziale arrivano una grande parallela di Salzillo e un attacco straordinario del capitano Gargiulo nei tre metri in diagonale che si prendono gli applausi dei presenti. Il muro di Rossi porta le due squadre al time-out tecnico sull’8-12. Come successo anche nel primo set le atlete di coach Borghesio provano l’allungo decisivo (11-16) ma anche questa volta Arzano piazza un break importante (6-1) chiuso dall’ace di Longobardi (17-17). Punto a punto anche in questa occasione e sfida che arriva sul 22 pari. Tre muri consecutivi delle normanne (uno di Nina e due di Salzillo) regalano il 2-0 col set che si chiude 22-25.

2Quando dovrebbe accelerare l’Alp Aversa cala d’intensità (più che mentale che fisica) e costringe l’allenatore a chiamare time-out discrezionale quando l’Airri deve rimontare tre punti (10-7). Ma il ‘richiamo’ non ha gli effetti sperati e al ‘tecnico’ ci sono 4 punti tra le 2 squadre (12-8). Il divario aumenta fino al +6 ma Salzillo e Nina non ci stanno e accorciano fino al 15-12. Poi entra in scena Mancini che piazza due servizi vincenti che significano prima pareggio e poi sorpasso (15-16). L’ace di Longobardi vale il contro sorpasso (18-17) e l’invasione di Rossi porta la contesa sul 21-18. Chiude Seggiotti col punto del 25-19.

E’ sfida vera nel quarto set. Nessuna squadra riesce a prendere il largo e si arriva 10 pari. Ma qui le giocatrici del presidente Apicella mettono la freccia e salutano le avversarie. Cinque punti consecutivi e 10-15. Vantaggio che resisterà fino alla fine perché Arzano si arrende. Ace di Migliardo e +7 (13-20), Muro di Rossi ed ace di Gargiuglo per il 14-23. Mancini piazza il suo ennesimo attacco vincente e a chiuderla è Nina col primo tempo del 17-25. Finisce 3-1 per la capolista.

Comments

0