OBIETTIVI GENERALI

1. Costruzione di un settore tecnico che si distingua in maniera evidente nel territorio per qualita’, coerenza, valori sportivi e organizzazione.
2. Affiancamento di un settore medico e fisioterapico.
3. Costruzione di un settore giovanile, ampio, ramificato nel territorio, con obiettivi e metodologie chiare e con una forte identita’. Ogni squadra con i propri obiettivi, i propri dirigenti, la propria importanza, ma parte di una societa’.
Sviluppo quindi dell’integrazione con le altre squadre e con la prima squadra, traino naturale per la motivazione e il raggiungimento degli obiettivi.
4. Organizzazione di un settore Minivolley-Scuola dal punto di vista logistico, tecnico e metodologico, rapporto di scambio con la scuola.
5. Costruzione di una prima squadra nazionale di B2 o B1 con obiettivi a breve e medio termine.

SETTORE SCUOLA MINIVOLLEY
Sviluppo immediato (gennaio 2011) del settore Minivolley, e del rapporto di scambio settore minivolley e settore giovanile con la scuola.
I anno
– Sviluppo quantitativo del settore minivolley e under 12, lavoro di capillarizzazione del territorio, inserimento nelle scuole e nelle palestre.
– Immediata proposta di “evidente” qualita’, scambio di servizi con le scuole, con i docenti, con societa’ interessate e con i loro tecnici.
– Analisi del lavoro svolto nel primo anno, degli obiettivi raggiunti, delle difficolta’ riscontrate e sviluppo di una nuova e migliorata proposta.
– Consolidamento dello scambio di servizi con le scuole, con i docenti, con societa’ interessate e con i loro tecnici.
– Sviluppo quantitativo del settore minivolley e under 12, lavoro di capillarizzazione del territorio, inserimento e consolidamento nelle scuole e nelle palestre.
– Individuazione di una under 14 di qualita’, aumento del lavoro in palestra, inserimento della qualita’ massima su gruppi scelti. obiettivo quinquennale: avere squadre per tutte fasce d’eta’ che si esprimono su standard di livello nazionale U15 – U16 – 18.

PROGETTO SCUOLA PALLAVOLO e ATTIVITA’ MOTORIA 2011-13
Progetto di attivita’ motoria e sportiva e di avvio alla pratica del minivolley nelle Scuole Elementari del Comune di Aversa e nei comuni vicini.
Con la creazione di “Progetto Pallavolo-Scuola” e “scuole aperte d’estate s’impara a giocare a minivolley”, la ALP Pallavolo si propone di favorire la crescita culturale, civile e sociale dei giovani residenti nel territorio in cui opera, allo scopo di promuoverne l’educazione motoria, ludico – motoria, pre-sportiva e sportiva, nel rispetto dei naturali ritmi di sviluppo.
A tale scopo opera in maniera tale da creare contesti relazionali che agevolino la socializzazione e la comunicazione, abbinandoli a forme di associazionismo culturale e sportivo, contribuendo, con progetti mirati, a creare la cultura del sapere motorio, prerequisito fondamentale per l’acquisizione di una sana e permanente educazione sportiva.
La ALP Pallavolo, in questo modo intende potenziare e diversificare le proposte e le occasioni di attivita’ motoria per i giovani, al fine di incoraggiarne l’accesso alla pratica sportiva, in particolare alla pallavolo, sport scolastico e relazionale per eccellenza.
Altro obiettivo e’ assecondare la partecipazione delle famiglie ad un armonico percorso di crescita psicofisica di giovani alle prime esperienze motorie. A tale scopo mette a disposizione le iniziative illustrate nel presente fascicolo informativo, redatto a cura del proprio Ufficio stampa, la sua rete di strutture territoriali, le competenze professionali e le capacita’ progettuali dei propri dirigenti e tecnici.
In concreto, nel rispetto delle autonomie, e con l’obiettivo di favorire l’attivita’ ludico-motoria nella scuola, l’ ALP Pallavolo si propone di promuovere e diffondere la conoscenza di base dello sport in generale, con particolare attenzione verso la pallavolo, utilizzando programmi specifici da realizzare in collaborazione con la Federazione Pallavolo e con le Istituzioni scolastiche e locali.
Di concerto con esse, si propone inoltre di promuovere ed organizzare nelle diverse fasi, manifestazioni ed eventi sportivi, cercando, ove possibile, di privilegiare gli spazi, gli strumenti e i materiali disponibili all’interno delle strutture scolastiche: nel caso non si potesse praticare questo percorso, saranno utilizzati impianti sportivi pubblici e/o in alternativa, strutture appartenenti a soggetti esterni privati.

Premessa
La legge 59/97 trasferisce a Regioni ed Enti Locali funzioni e compiti precedentemente detenuti dalla Amministrazione statale, e conferisce alle Istituzioni Scolastiche un notevole grado di autonomia. In questo ambito le Istituzioni scolastiche hanno l’opportunita’ di stipulare convenzioni e contratti, o di dare vita a forme di collaborazione miranti ad arricchire ed accrescere l’offerta formativa.
Al fine di realizzare progetti integrati d’istruzione e formazione, le Istituzioni Scolastiche hanno la facolta’ di realizzare intese con Associazioni e privati, o di partecipare ad Associazioni temporanee per l’attuazione di particolari progetti di formazione.
Le Associazioni Sportive possono collaborare con le Istituzioni Scolastiche sulla base di precisi progetti, finalizzati alla pratica delle attivita’ motorie; tali progetti devono essere inseriti nel Piano dell’offerta formativa (POF), e perfezionati con contratti e intese di collaborazione che ne precisino tutti gli aspetti.
L’ ALP Pallavolo, in collaborazione con il Comitato Provinciale FIPAV di Caserta, propone una cooperazione che preveda l’utilizzo di risorse in comune con le Istituzioni Scolastiche, che una volta inserite nel POF, divengano a tutti gli effetti attivita’ scolastica.
A tal fine intende assumere una figura attiva nel processo di formazione, proponendosi come un valido punto di riferimento sul territorio nel campo dell’ attivita’ sportiva giovanile.

Finalita’ “Progetto Pallavolo-Scuola” e “Scuole Aperte d’Estate…”, si propongono di valorizzare con adeguata professionalita’ le attivita’ motorie attraverso l’avvio allo sport, nel nostro caso anche attraverso la pratica del minivolley e della pallavolo, delineando un modello di attivita’ sportiva che risponda alle esigenze del mondo della Scuola, tenendo conto che la pallavolo e’ universalmente conosciuta e apprezzata come sport “scolastico” per eccellenza.
L’ ALP Pallavolo, con l’obiettivo di ottenere il “Marchio di Qualita’” FIPAV per quanto riguarda l’opera svolta nel settore giovanile, si propone come interlocutore privilegiato e qualificato, in grado di contribuire al processo di formazione dei giovani, allo scopo di promuovere e valorizzare l’immagine della societa’ attraverso la collaborazione e la relazione con soggetti istituzionali di fondamentale importanza, quali la scuola, con cui condivide il territorio.
D’altronde i rapporti con le Scuole costituiscono un nodo vitale nell’opera della ALP Pallavolo, che con esse condivide, oltre all’utenza, anche le strutture.
La ALP Pallavolo e le Istituzioni scolastiche intendono porre in essere, con questa iniziativa, un progetto di formazione ed organizzazione che rappresenti un momento di crescita importante per il miglioramento dell’offerta dei rispettivi servizi.
Cio’ allo scopo di dare una interpretazione il piu’ possibile vicina al senso dell’autonomia scolastica, che indipendentemente dalle aree del sapere coinvolte, consenta l’approfondimento delle esperienze secondo la logica dei ‘sistemi formativi integrati’, ove la piena collaborazione tra i soggetti che si occupano di formazione ad ogni livello e’ la premessa del successo.
Ecco quindi l’importanza della collaborazione tra la Scuola e le Associazioni Sportive, il cui compito istituzionale e’ concorrere ad una sana e corretta formazione fisica attraverso tecniche professionali di avviamento allo sport. I suddetti progetti posti in essere dalla nostra Associazione concretizzano e finalizzano la collaborazione tra la ALP Pallavolo e le Istituzioni Scolastiche operanti nel Comune di Aversa e della provincia di Caserta, contribuendo, in concreto, all’armonico sviluppo psico – fisico del bambino. I programmi didattici e gli obiettivi I programmi didattici tengono conto degli obiettivi connessi alle finalita’ del progetto, garantiscono la qualita’ dell’iniziativa, e prevedono la collaborazione tra le scuole e il personale della societa’. Il personale utilizzato dalla ALP Pallavolo per l’iniziativa garantisce la massima competenza tecnica e le qualita’ morali e psicologiche adeguate al compito che e’ chiamato a svolgere.
I programmi didattici prevedono l’avviamento in forma ludica dei giovanissimi atleti alla pratica sportiva generale, finalizzata nella fase immediatamente successiva alla proposta di corsi di minivolley e di pallavolo; manifestazioni e tornei di minivolley e di pallavolo riservati alle classi, ai Circoli e agli Istituti; tornei di minivolley e di Pallavolo a livello extra comunale. Ogni fase di “Progetto Pallavolo-Scuola” e’ stata dettagliatamente illustrata ai destinatari delle iniziative (scuole, classi e numero degli alunni/studenti coinvolti).
L’incontro tra istruttore ed alunni avviene due volte alla settimana ed ha la durata di almeno 45 minuti. Sono studiati ed applicati, qualora la situazione lo richieda, piani di lavoro specifici in collaborazione con il corpo docente, che abbia segnalato le eventuali problematiche all’istruttore.

Conclusioni
Il “Progetto Pallavolo-Scuola” posto in essere dalla ALP Pallavolo in collaborazione con le Scuole, cosi’ come e’ strutturato, rappresenta l’ideale comunione tra cio’ che e’ istituzionalmente la Scuola e cio’ che rappresenta una Associazione Sportiva seriamente e validamente integrata nel territorio. Il programma formativo, che la scuola e la ALP Pallavolo si prefiggono di riproporre anche per il futuro, non rappresenta di per se’ nulla di estremamente innovativo, e’ l’attuazione di soluzioni ampiamente pubblicizzate che spesso restano solo sulla carta.
Per consentire che simili iniziative siano attuate occorre l’interesse concreto delle Istituzioni a che cio’ avvenga. Portare la pallavolo, sport di alta efficienza psico – fisica – relazionale e pedagogica nelle scuole elementari, ha il merito indiscutibile di fare nascere nell’individuo-bambino l’interesse per il benessere del proprio corpo e l’amore per uno sport, che in quanto gioco di squadra, esalta la coralita’ e il gruppo, senza svilire le peculiarita’ individuali, stimolando un sano agonismo senza imporre il contatto fisico con l’avversario.
Il puntuale rispetto delle regole di gioco, non affidato alla discrezionalita’ individuale come in altri sport, la purissima tecnica dei fondamentali, ‘costringono’ chi pratica la pallavolo a praticare anche una sana ‘ginnastica mentale’, cio’ a dimostrare che l’iniziativa rappresenta un ‘progetto formativo’ propedeutico a tutti gli effetti ad un sano sviluppo psicofisico.

PROGETTO TESTIMONIAL E NETWORK : E’ GIA IN ANALISI E PROGETTATO LA PRESENZA E LA VISIBILITA’ MEDIATICA DI UN “TESTIMONIAL” CHE SEGUIRA’ LA SQUADRA PER TUTTO IL CONSEGUIMENTO DEL CAMPIONATO FINO AL RAGGIUNGIMENTO IN NAZIONALE E NELLA “VINCITA” DELLO STESSO CAMPIONATO ,OLTRE ALL’ACCORDO CON UN NETWORK CON DIGITALE TERRESTRE CHE SEGUIRA’ LA SQUADRA ED I SUOI SPONSOR.

SQUADRA
Primo anno
Organico formato da giovani under con chiare possibilita’ di inserimento nel livello, piu’ giocatrici mature per sostegno alla crescita delle giovani alla loro prima esperienza, e raggiungimento dell’obiettivo minimo del mantenimento dei diritti di B2. Organico di 12 atlete: 2 palleggiatrici, 3 centrali, 3 o 4 ali, 2 opposti, 1 o 2 liberi.
Pianificando gia’ dai primi mesi del 2011 e in relazione con l’andamento del settore marketing, si plasmera’ la squadra e si fisseranno gli obiettivi possibili: obiettivo minimo: mantenimento dei diritti del campionato obiettivo massimo: passaggio al campionato successivo
Secondo anno
Obiettivo promozione al campionato successivo, crescita delle giovani veramente importanti; obiettivo quinquennale: ottenere per merito sportivo il titolo del Campionato di serie “A”

SETTORE GIOVANILE
L’obiettivo e’ formare un settore giovanile competitivo a livello nazionale, valorizzazione delle atlete appartenenti alla societa’ o affiliate, anche attraverso l’ importazione da altre province e regioni delle giovani piu’ interessanti.
Obiettivo: associare alla citta’ di Aversa un Centro di sviluppo della pallavolo giovanile, alla pari delle migliori altre realta’ nazionali.
Obiettivo comunque di una struttura di convitto per le atlete provenienti da societa’ e/o di nazionalita’ estera.

PROGRAMMA PROGETTO/TECNICO ALP-PALLAVOLO AVERSA
Avvio di collaborazioni tecniche:
– riunioni mensili monotematiche, con la partecipazione dei tecnici delle varie societa’
– aggiornamento tecnico tramite presenza agli allenamenti di Allenatori di altre societa’ a fianco del percorso principale organizzazione di altre attivita’:
– partecipazione a tornei con squadre formate da atlete di diverse societa’
– tornei di minivolley
– tornei “interni” ed “esterni” con squadre Under 14 e Under 16 “miste” tra Atlete delle societa’ partecipanti al progetto
L’attivita’ di ALP Pallavolo Aversa si concentrera’ su tre direttrici principali:
1. valorizzazione delle ragazze inserite nella prima squadra
2. costituzione di gruppi omogenei e talentuosi per squadre under 14 e under 16
3. sviluppo minivolley; con l’intenzione anche di avviare: – rapporti con societa’ di serie “A” E “b” – rapporti con il Club Italia (www.federvolley.it) – accoglienza doposcuola per ragazze “esterne” ad Aversa – organizzazione di incontri per Dirigenti di societa’ di pallavolo – inserimento di societa’ affiliate – prosecuzione del programma di incontri “tecnici”, anche con organizzazione di convegni – costituzione di gruppi omogenei (selezione squadre), anche con “acquisizioni” da altre Societa’ – eventuale costituzione di Associazione Polisportiva regionale.