E’ iniziata la settimana che porterà alla Final Four di Coppa Campania. Sono giorni di grande lavoro per la società dell’Alp Airri Volley Aversa che ha deciso di organizzare la manifestazione per dare lustro alla città normanna in tutta la Regione. Ma è soprattutto una sfida entusiasmante e affascinante per il presidente Gianni Apicella che, 24 ore su 24, sta cercando di non trascurare alcun dettaglio per poter avere uno ‘spettacolo’ che possa dare ogni confort ai tifosi che accorreranno in palestra e alle tre società che saranno ospitate il 30 e 31 gennaio. Ma prima di tutto è un evento sportivo e a presentarlo è l’opposto Ilaria Mancini che parla della semifinale in programma sabato prossimo alle 18.30 alla ‘De Curtis’ contro Castellammare di Stabia: “E’ probabilmente la sfida più difficile visto che si affrontano le due capoliste di Serie C. Andiamo ad affrontare l’altra squadra favorita per la vittoria della Coppa ma daremo il massimo per regalare una gioia ai nostri tifosi”. Sarà una settimana intensa di lavoro per Mancini e compagne: “Stiamo già studiando le nostre avversarie perché nonostante giochiamo in casa non possiamo permetterci cali di concentrazione. Dobbiamo dimostrare di essere superiori al di là del fattore campo. L’unico modo per farlo è restare concentrate dal primo all’ultimo punto”. E’ la prima fase finale di Coppa Campania che la forte giocatrice dell’Alp Airri Volley Aversa giocherà e “non posso nascondere che sono un po’ emozionata e ho delle sensazioni particolari. Sono però veramente felice di poter disputare questa manifestazione con questa maglia. Alle persone che verranno a tifare per noi posso semplicemente promettere di lottare su ogni pallone”. E quindi uno sguardo anche al campionato con il girone d’andata chiusosi con l’Alp Airri Aversa al primo posto con un punto di vantaggio sulla prima inseguitrice, il Cus Napoli: “C’è stato un cammino perfetto fatto solo di vittorie ma è anche vero che ci sono veramente poche squadre che sono state create per restare in alto in classifica. Sarà una sfida fino all’ultima partita col Cus. L’unico errore che non dobbiamo commettere è adattarci al gioco delle nostre rivali. Perché il livello deve restare altissimo se vogliamo centrare la promozione”. E in conclusione un bilancio di questi suoi primi mesi ad Aversa: “Mi sto trovando veramente benissimo – dice Ilaria Mancini – e sono stata accolta in modo eccezionale sia dalla dirigenza che dalle ragazze che già facevano parte della squadra l’anno scorso. C’è un gruppo fantastico che può solamente crescere e ambire a grandissimi risultati”.

Ilaria Mancini

Comments

0