Ha conquistato la promozione e ora vuole giocarsi le proprie chance anche nel campionato nazionale di Serie B2. Per la terza stagione consecutiva indosserà la maglia dell’Alp Airri Volley Aversa. Due anni fa riuscì a vincere il girone A di Serie C mentre quest’anno ha fatto ancora meglio mettendo in bacheca promozione e Coppa Campania. Proprio nella manifestazione regionale è stata protagonista assoluta risultando essere la Mvp della Final Four sostituendo in maniera ‘spaventosa’ la compagna di squadra infortunata. Suo il punto decisivo nella semifinale che poi ha regalato l’ultimo anno con Sala Consilina superato a pieni voti nella palestra della ‘De Curtis’. Lei è Melina Salzillo, con un passato in rosanero con la Volalto Caserta, ma con il logo dell’Alp Airri Aversa stampato sul cuore. Il presidente Gianni Apicella e il direttore sportivo Mario Di Napoli, su consiglio dell’allenatore Nico Borghesio, hanno deciso di riconfermarla regalandole nuovamente quei campionati nazionali che ha vissuto negli anni scorsi. E lei la notizia riesce a commentarla con un sorriso: “Era chiaro – dice ridendo – che restassi all’Alp perché, si sa, non c’è due senza tre. Sono onorata di far parte di questo gruppo anche perché penso di essermelo meritato sul campo. E’ straordinario continuare in questa avventura e consequenzialmente crescere con la società. Quello che mi ha spinto ad accettare il rinnovo è stata la mia voglia di riscatto e soprattutto la necessità di mettermi alla prova perché voglio dimostrare alla società che posso dare il mio contributo anche in una categoria superiore”. L’Alp Airri Aversa lascerà la ‘De Curtis’ per trasferirsi al Palajacazzi e Salzillo non vede l’ora di iniziare: “Ci saranno molti più tifosi rispetto a quelli che abbiamo avuto in questi anni e già questo sarà importante. Ai cittadini aversani chiedo di esserci vicini in questa avventura perché la pallavolo ha bisogno di essere sostenuta. Dobbiamo colmare il gap che c’è con il calcio e per farlo dobbiamo partire già dai piccoli territori perché serve innanzitutto incrementare la passione. E poi è chiaro che vincere è bello ma farlo con i nostri tifosi sarà ancora più entusiasmante”. E quindi Melina Salzillo parla della rosa costruita dalla società e degli obiettivi: “Ad oggi abbiamo una rosa che rispecchia ampiamente la categoria e c’è qualche elemento di categoria superiore. Ma sappiamo tutti bene che per vincere non serve solo ed esclusivamente l’aspetto tecnico. Servono anche tanti altri fattori tra i quali il gruppo che dovrà nascere il prima possibile. E questo è possibile solamente lavorando tutti i giorni insieme in palestra per il bene della nostra squadra. Se dovesse andare tutto nel migliore dei modi sono convinta che le vittorie non tarderanno ad arrivare. Sogno di arrivare il più in alto possibile e perché no puntare alla vetta della classifica”.

Melina Salzillo schiacciatrice

Comments

0