Sono stati stilati i gironi della prossima Serie B2 di pallavolo femminile. L’Alp Airri Volley Aversa è stata inserita nel girone I cioè quello con le formazioni calabresi e siciliane. Al primo anno di volley nazionale quindi la società guidata dal presidente Gianni Apicella dovrà raggiungere l’isola di Sicilia per cercare di conquistare punti fondamentali per la classifica finale. Nel girone dell’Alp Airri Aversa ci sono anche le altre 4 squadre campane: Accademia Benevento, Link Campus University Castellammare di Stabia, C. M. O. Fiamma Torrese ed Lp Pharm Napoli. La trasferta meno impegnativa fuori dalla Campania sarà quella in terra lucana contro il Centro Kos Potenza. Poi giù per lo stivale (circa 400 km) fino a Lamezia Terme per la sfida al Volleyball Lamezia. Un’ora di viaggio in più e ci sarà l’Ekuba Volley Palmi mentre proprio sullo stretto ci sarà la gara con il Cuore Reggio Calabria. E quindi le gare in Sicilia: ci saranno due sfide a Catania con Pallavolo Sicilia Catania e Planet Strano Light Pedara, una a Palermo con l’Ultragel Ard Termini e quindi a chiudere due partite in provincia di Ragusa con il Pro Team Modica e a Siracusa contro l’Holimpia.

Saranno trasferte molto impegnative – afferma coach Nico Borghesioma siamo sereni che la società farà di tutto per metterci nelle migliori condizioni di confort. Ci sono squadre ben attrezzate mentre altre sono praticamente da scoprire. Ma l’importante, come ho sempre detto, è che si lavori giorno per giorno con dedizione e serietà per presentarci al meglio su ogni campo”.

Siamo una matricola e onestamente per noi un girone valeva l’altro – afferma il presidente Gianni Apicella –, so solamente che erano ben 9 anni che la Campania non veniva abbinata alla Sicilia. Disputare però cinque gare in Sicilia mi piacerà, sarà veramente intrigante. Andremo a giocare in alcuni dei luoghi più belli d’Italia. Cercheremo di rendere confortevoli le trasferte alle nostre atlete e programmeremo il tutto affinché non sia faticose e stancanti”. In conclusione il presidente chiude con un ricordo di quando era giocatore: “Feci una finale nazionale dopo aver conquistato la Sicilia andando a vincere proprio sull’isola. Adesso la nostra scalata verso campionati di categoria superiore deve passare dalla Sicilia, e questo per me è già un buon segno”.

Apicella-Borghesio

Comments

0