Voglio essere partecipe delle vittorie dell’Alp Airri Aversa. Questo campionato di B2 mi servirà per crescere e fare esperienza. Sono pronta a dare il mio contributo”: si presenta così Marina Antonelli, giovane opposto classe ’94 (compirà 22 anni il 14 settembre) che diventa ufficialmente una nuova giocatrice della formazione che sarà allenata da coach Nico Borghesio.

La società guidata dal presidente Gianni Apicella ha sempre creduto in questa pallavolista dal potenziale incredibile tutto da far esplodere. Dopo averla ingaggiata da Caserta, l’Alp Airri Aversa le dà la possibilità di giocare in Serie C prima di ‘farle fare le ossa’ nell’ultima stagione con la maglia del Volley Casagiove. In Serie D è protagonista assoluta della cavalcata vincente del sodalizio casagiovese e artefice di una storica promozione in Serie C. Finito il campionato torna ad essere una pedina importante dello scacchiere della società normanna e Apicella, con il parere positivo di allenatore e direttore sportivo, decide di lanciarla nella pallavolo nazionale e quindi per Marina Antonelli si aprono le porte della B2 e del Palajacazzi di Aversa: “Non vedo l’ora di scendere in campo su quel parquet. Per me sarà la prima volta nell’impianto aversano. Sarà straordinario vedere la gente che ci incita e che tifa per noi. Sarà un’avventura fantastica”.

Entrare a far parte di un gruppo che mira alle posizioni altissime della classifica è sicuramente importante per un’atleta che ha “ancora tanto da imparare. In allenamento cercherò di prendere spunto dalle compagne di squadra più esperte di me e da loro cercherò di catturare tutti i consigli che mi daranno. Voglio mettermi alla prova e fare bene anche per ringraziare la società che ha creduto in me dandomi questa chance. A Casagiove abbiamo vinto un campionato alla grande riuscendo a battere chiunque anche perché la nostra era una corazzata. Ma in B2 il livello è nettamente diverso. C’è tanto lavoro da fare e voglio farmi trovare pronta quando coach Borghesio vorrà puntare su di me”. Marina Antonelli poi si presenta definendosi “socievole, tranquilla e capace di fare gruppo con chiunque” e in campo “brava nel fondamentale del muro anche perché ho una buona elevazione e spesso riesco a toccare gli attacchi avversari. Quest’anno voglio divertirmi: questo è il mio obiettivo. Ho voglia di crescere perché entro a far parte di un squadra che, sono sicura, regalerà spettacolo in qualsiasi palazzetto”.

Marina Antonelli

Comments

0